Ti trovi qui:Promozioni»Visualizza articoli per tag: festa del papà

Maculopatia o maculopatie?

Pubblicato in EYECARE

TIPOLOGIE DI MACULOPATIA

Abbiamo già parlato in passato dell’argomento, spiegando che cos’è la maculopatia, quali sono i suoi sintomi e quali le categorie che possono essere maggiormente colpite da questa patologia oculare. Per approfondire l’argomento clicca qui.
Con il blog di oggi, invece, vogliamo rispondere ad un’altra frequente domanda: esiste un solo tipo di maculopatia? La risposta è negativa: la maculopatia si può distinguere in forme ereditarie o acquisite, e per quanto riguarda le seconde, sicuramente la più diffusa è la degenerazione maculare legata all’età. Rappresenta la principale causa di cecità legale nel mondo occidentale, solitamente si presenta appunto, come dice la definizione stessa, con l’avanzare dell’età, generalmente non prima dei 55 anni d’età. È la più diffusa forma di maculopatia e si può distinguere in due tipologie: la forma atrofica o secca, e la forma essudativa o umida.

 

LA MACULOPATIA ATROFICA (SECCA)

La forma atrofica, detta anche secca, è caratterizzata da un’evoluzione pressoché lenta e può essere definita meno aggressiva rispetto alla forma umida. Questa tipologia di maculopatia è di gran lunga la più diffusa, si stima che copra l’85-90% dei casi; e colpisce, la maggioranza delle volte, entrambi gli occhi. In una percentuale vicina al 10-15%, si ha la probabilità che la forma atrofica possa evolvere nella forma essudativa, la più grave delle due. Per questo è molto importante monitorare la patologia attraverso visite ed esami strumentali periodici.

 

LA MACULOPATIA ESSUDATIVA (UMIDA)

La forma essudativa, detta anche umida, è meno comune (riguarda il 10-15% dei casi) ma molto più aggressiva e ha un’evoluzione molto più rapida rispetto alla forma secca. Si ritiene che questa forma sia dovuta a un ridotto apporto di sostanze nutritive a livello della retina, che ricevendo segnali contrastanti produce delle sostanze dette “fattori di crescita vascolari” che determinano la produzione di anomala di vasi sanguigni. La produzione irregolare di vasi sanguigni nella zona della macula porta alla creazione di cicatrici sotto retiniche che portano al peggioramento della visione.

 

QUALI RIMEDI ESISTONO PER LA MACULOPATIA?

Premettendo che non esiste una cura uguale per tutte le maculopatie, questa infatti dipende sempre dal decorso personale della malattia, esistono alcune terapie che possono rallentare in modo efficace l’avanzamento della malattia. Le cure più indicate e all’avanguardia prediligono spesso, oltre che ad una terapia farmacologica, delle terapie laser e fotodinamiche a base di iniezioni. Spesso la classe medica consiglia di associare alle terapie un’alimentazione ricca di frutta e verdura, essendo infatti molto importante la presenza di vitamine del gruppo C ed E; l’alimentazione sana e controllata va sempre affiancata a buone abitudini come il movimento fisico e l’astensione dal fumo: buone abitudini che riducono il rischio della degenerazione della macula.
Tornando al nostro campo di competenza, ci teniamo a sottolineare che è di vitale importanza seguire la cura prescritta dal medico oculista, ma che questa non sempre è sufficiente per ottenere una visione migliore. La soluzione visiva è da ricercare con un ottico specializzato in soluzioni visive per persone con deficit della vista causato da patologie oculari. Esistono molti ausili ottici a cui si può ricorrere per migliorare la visione.

Leggi tutto...

Maculopatia o maculopatie?

Pubblicato in Novità & Eventi

TIPOLOGIE DI MACULOPATIA

Abbiamo già parlato in passato dell’argomento, spiegando che cos’è la maculopatia, quali sono i suoi sintomi e quali le categorie che possono essere maggiormente colpite da questa patologia oculare. Per approfondire l’argomento clicca qui.
Con il blog di oggi, invece, vogliamo rispondere ad un’altra frequente domanda: esiste un solo tipo di maculopatia? La risposta è negativa: la maculopatia si può distinguere in forme ereditarie o acquisite, e per quanto riguarda le seconde, sicuramente la più diffusa è la degenerazione maculare legata all’età. Rappresenta la principale causa di cecità legale nel mondo occidentale, solitamente si presenta appunto, come dice la definizione stessa, con l’avanzare dell’età, generalmente non prima dei 55 anni d’età. È la più diffusa forma di maculopatia e si può distinguere in due tipologie: la forma atrofica o secca, e la forma essudativa o umida.

 

LA MACULOPATIA ATROFICA (SECCA)

La forma atrofica, detta anche secca, è caratterizzata da un’evoluzione pressoché lenta e può essere definita meno aggressiva rispetto alla forma umida. Questa tipologia di maculopatia è di gran lunga la più diffusa, si stima che copra l’85-90% dei casi; e colpisce, la maggioranza delle volte, entrambi gli occhi. In una percentuale vicina al 10-15%, si ha la probabilità che la forma atrofica possa evolvere nella forma essudativa, la più grave delle due. Per questo è molto importante monitorare la patologia attraverso visite ed esami strumentali periodici.

 

LA MACULOPATIA ESSUDATIVA (UMIDA)

La forma essudativa, detta anche umida, è meno comune (riguarda il 10-15% dei casi) ma molto più aggressiva e ha un’evoluzione molto più rapida rispetto alla forma secca. Si ritiene che questa forma sia dovuta a un ridotto apporto di sostanze nutritive a livello della retina, che ricevendo segnali contrastanti produce delle sostanze dette “fattori di crescita vascolari” che determinano la produzione di anomala di vasi sanguigni. La produzione irregolare di vasi sanguigni nella zona della macula porta alla creazione di cicatrici sotto retiniche che portano al peggioramento della visione.

 

QUALI RIMEDI ESISTONO PER LA MACULOPATIA?

Premettendo che non esiste una cura uguale per tutte le maculopatie, questa infatti dipende sempre dal decorso personale della malattia, esistono alcune terapie che possono rallentare in modo efficace l’avanzamento della malattia. Le cure più indicate e all’avanguardia prediligono spesso, oltre che ad una terapia farmacologica, delle terapie laser e fotodinamiche a base di iniezioni. Spesso la classe medica consiglia di associare alle terapie un’alimentazione ricca di frutta e verdura, essendo infatti molto importante la presenza di vitamine del gruppo C ed E; l’alimentazione sana e controllata va sempre affiancata a buone abitudini come il movimento fisico e l’astensione dal fumo: buone abitudini che riducono il rischio della degenerazione della macula.
Tornando al nostro campo di competenza, ci teniamo a sottolineare che è di vitale importanza seguire la cura prescritta dal medico oculista, ma che questa non sempre è sufficiente per ottenere una visione migliore. La soluzione visiva è da ricercare con un ottico specializzato in soluzioni visive per persone con deficit della vista causato da patologie oculari. Esistono molti ausili ottici a cui si può ricorrere per migliorare la visione.

Leggi tutto...

Ipovisione

Pubblicato in Servizi

La condizione visiva dell’ipovedente è quella di una persona che ha subito una riduzione della funzione visiva al punto da risentirne pesantemente nella vita quotidiana.

L’ipovisione rappresenta una disabilità a svolgere attività del quotidiano come ad esempio lettura, scrittura, guida, utilizzo di computer e Tv, ecc.
La percezione imprecisa e discontinua della realtà fa sì che l’ipovedente abbia un rapporto incerto con l’ambiente e che proceda, nelle azioni, per tentativi ed errori.

Il ricorso agli ausili ottici permette all’ipovedente di migliorare la visione ed ottenere una riabilitazione visiva ambientale.
Ne consegue una riconquista dell’autonomia da parte del soggetto ipovedente, un miglioramento nei rapporti umani, nella scuola, nel lavoro ed una reintegrazione nel mondo sociale.

Ogni soggetto ipovedente ha delle necessità specifiche che si differenziano notevolmente da un caso all’altro; siamo specializzati nel guidare il cliente alla scelta dell’ausilio più adatto offrendo la possibilità di provare differenti soluzioni.

Attraverso l’uso di videoingranditori portatili o da tavolo che hanno la funzione di ingrandire le parole e le immagini, di strumenti per la scrittura, di software ingrandenti per il computer e di appositi leggii possiamo aiutare il cliente ad ottenere la massima acuità visiva raggiungibile.

Leggi tutto...

L'alimentazione che fa bene alla vista

Pubblicato in EYECARE

COSA DANNEGGIA LA VISTA

La vista è probabilmente l’organo più prezioso che possediamo, ma tuttavia, è anche il più delicato e il più facilmente irritabile. Capita spesso infatti che la vista risenta dalle troppe ore trascorse davanti alla tv o al computer, che sia per lavoro o per passatempo.
Nei paesi occidentali le due principali cause di deterioramento della vista sono la cataratta e la degenerazione maculare senile (se vuoi approfondire clicca qui), entrambe sono associate a diabete, obesità ed invecchiamento. È importante sottolineare anche come lo smog e il fumo siano due tra le cause che più influiscono e contribuiscono a danneggiare la nostra vista.


COSA MIGLIORA LA VISTA

Fortunatamente esistono alcuni alimenti che aiutano a mantenere gli occhi in salute, diverse ricerche hanno ipotizzato che l’assunzione di maggiori quantità di vitamina C ed E possano aiutare a prevenire o a ritardare l’insorgere di alcune problematiche agli occhi.
Questi studi sottolineano, infatti, come un’alta concentrazione e assimilazione di luteina e di zeaxantina apportino beneficio alla retina; possiamo trovare questi pigmenti in alcuni elementi come granturco, spinaci e nel tuorlo d’uovo.


5 SUPER ALIMENTI

Ma in questo blog non vi parlerò soltanto in maniera generica di cosa può far bene agli occhi, vi spiegherò nello specifico quali possono essere alcuni degli alimenti da inserire con più frequenza nella nostra dieta. Passiamo ora quindi in rassegna cinque alimenti che fanno bene alla nostra salute e possono aiutarci a migliorare la vista:


CAROTE

Sembra proprio che il vecchio consiglio di mangiare molte carote per migliorare la vista non sia affatto infondato. Il motivo principale per cui le carote ci tornano utili è perché contengono beta-carotene, un pigmento che viene trasformato dal nostro corpo in vitamina A. Oltre alle carote, gli alimenti che sono ricchi di vitamina A sono i cavoli e la lattuga.


SPINACI

Gli spinaci, oltre ad essere ricchi di ferro, contengono anche un carotenoide, la luteina, che aiuta a proteggere gli occhi dalla cataratta e dalla degenerazione maculare. Lo stesso pigmento, che è anche un potente antiossidante, è contenuto anche nei piselli, nei porri e nell’insalata.


SOIA

Alcuni alimenti derivati dalla soia contengono una buona quantità di vitamina E e sono ottimi per la vista, ad esempio il latte, lo yogurt ma anche l’olio d’oliva e di mais. La soia inoltre contiene acidi grassi essenziali e naturali agenti antinfiammatori che fanno bene ai nostri occhi.


ALBICOCCHE

Le albicocche sono un alimento ricco di vitamina A, che protegge i nostri occhi dai danni provocati dai radicali liberi. Contengono anche un’alta percentuale di carotenoidi che aiutano ad avere una visione migliore.


UOVA

Le uova sono un alimento dalle innumerevoli proprietà: hanno un alto contenuto di cisteina, zolfo, lecitina, aminoacidi e luteina. Sono essenziali all’interno di una dieta sana ed equilibrata e aiutano anche a proteggere i nostri occhi.

Leggi tutto...

Ipovisione

Pubblicato in Ipovisione

Che cosa significa essere ipovedente?
Nella maggior parte dei casi significa avere la necessità di ingrandire ciò che si osserva per poterlo percepire nel modo giusto.
Vuol dire vedere la realtà come attraverso uno scolapasta, come guardare dal buco della serratura; significa vedere come durante una fitta nebbia, o come si avesse sempre il sole che ci abbaglia.

Per un ipovedente è molto difficile percepire i dettagli, molto spesso il soggetto ipovedente riesce a farsi un’idea complessiva dell’oggetto, ma senza riuscire però a cogliere i particolari della cosa osservata.

La nostra esperienza nel campo dell’ipovisione ci permette di aiutare ogni giorno clienti provenienti da ogni parte del Veneto che necessitano di ausili visivi.
Ognuno di questi soggetti ha delle necessità specifiche che si differenziano notevolmente da un caso all’altro; siamo specializzati nel guidare il cliente alla scelta dell’ausilio più adatto offrendo la possibilità di provare differenti soluzioni, che vi elenchiamo qui sotto.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Trova ciò che stai cercando!

500 metri short track accessorio alimentazione allergeni allergia oculare allergie agli occhi Arianna Fontana armonia arrosamento atleta e ambasciatore del marchio Rudy Project ausili visivi bambini Barberini bella stagione benessere visivo bottega veneta buona visione campo visivo Cashback World centro ottico cetriolo a fette cloro colliri collirio come vanno smaltite le lenti a contatto comfort visivo contorno occhi contrasto controlli visivi Céline degenerazione maculare degenerazione maculare senile donna esercizio fisico face fitting fridays for future fumo fuoriclasse garanzia Giochi Olimpici di Pyeongchang Gucci impacchi freddi ipovedente ipovisione ipovisione montebelluna ipovisione treviso ipovisione veneto istamina la più medagliata di sempre la vista lenti a contatto lenti a contatto di ultima generazione lenti a contatto morbide lenti a contatto rigide lenti per cheratocono liquido disinfettante luce blu maculopatia maculopatia treviso made in Italy migliorare misurazione precisa e accurata del livello di zuccheri nel sangue montebelluna nuove collezioni occhiali occhiali da sole occhiali per bambini ortocheratologia Ottica 2M ottica 2m promozioni patata dolce pomellato Prenota subito la tua consulenza gratuita! professionista esperto professionisti del benessere visivo profumi protezione dei raggi UV prova costume prurito oculare raggi ultravioletti raggi UV ray ban ricerca personale riduce la lacrimazione rudy project rudy project concept store salute dei tuoi occhi see green short track smaltimento lenti a contatto specialisti del benessere visivo spiaggia sport sport invernali sportivi staffetta femminile stress visivo succo di aloe vera vestiti

Contattaci subito !Telefonaci o inviaci una email per prenotare un appuntamento

 

Prenota il tuo appuntamento

Utilizzando la form di contatto sottostante, accetti in modo esplicito le nostre condizioni sulla privacy.

Informazioni utili - Social

ORARIO DI APERTURA
Lunedì 15.30 | 19.30
Da Martedì a Venerdì 9.30 | 13 - 15 |19.30
Sabato orario continuato dalle 9 alle 19

Indirizzo

OTTICA 2M
Via Feltrina Nuova, 3 31044 Montebelluna (Treviso)
Infoline: +39 0423 639742


Zoom