Ti trovi qui:Tecnologia»Visualizza articoli per tag: alterazioni retiniche

Le olimpiadi di Arianna Fontana

Pubblicato in Novità & Eventi

LA CARRIERA

Arianna Fontana è un’atleta lombarda, originaria della Valtellina, nata nel 1990, è stata ed è tuttora l’atleta azzurra più giovane ad aver conquistato una medaglia nei giochi olimpici invernali.
A Torino, nel 2006, è arrivata terza con la staffetta di short track; si è messa al collo il bronzo all'età di 15 anni e 314 giorni: un record assoluto.
Arianna ha avuto quindi il suo exploit giovanissima, lasciando intravedere da subito il suo talento.
Gli italiani se ne sono però innamorati soltanto durante le notti olimpiche torinesi.  La staffetta femminile, giunta terza in quell’occasione anche grazie alla clamorosa squalifica della Cina, non solo ha reso Arianna la più giovane medagliata azzurra di sempre ma ha rappresentato anche la centesima medaglia azzurra ai Giochi invernali.


ARIANNA: CARATTERE DOLCE E DETERMINAZIONE AGONISTICA

Noi di Ottica 2M abbiamo avuto il grande piacere di ospitare nel nostro centro ottico Arianna a fine novembre. È venuta a farci visita in qualità di atleta e ambasciatore del marchio Rudy Project.
In quell’occasione abbiamo avuto modo di conoscerla in tutta la sua dolcezza: è una persona estremamente cortese e garbata, si è dimostrata paziente e disponibile con tutti i suoi fans ed è riuscita a conquistare tutti noi.
Nasconde dietro un’apparente carattere riservato e quasi distaccato, tutta la passione per il suo sport. Quando si tratta infatti di fare sul serio, Arianna, sfodera la determinazione agonistica tipica del fuoriclasse: si percepisce immediatamente nelle sue parole la volontà e la potenza che sono necessarie per emergere nella sua disciplina. Il suo è uno sport fatto di sacrifici, di duri allenamenti fisici ma non soltanto; per un atleta del suo calibro lo sport è davvero vita, è un legame intenso e indissolubile con il proprio essere.


LA SUA OLIMPIADE: PYEONGCHANG 2018

L'onore di essere portabandiera Arianna l'ha omaggiato alla grande, vincendo la sua prima medaglia d'oro olimpica e la prima alle Olimpiadi invernali azzurre, riuscendo così ad essere la prima europea capace di vincere un titolo a cinque cerchi.
Ha vinto al photofinish la finale dei 500 metri di short track, gara che più di tutte sente sua e che la rappresenta al meglio da sempre.
È stata protagonista di una volata mozzafiato in cui si è tenuta dietro la coreana padrona di casa Choi per 27 millesimi di secondo. Poi i giudici hanno squalificato la Choi assegnando il podio all'olandese Van Kerkhof e alla canadese Boutin.
Con la staffetta femminile è arrivato per lei anche il secondo podio in queste olimpiadi: argento per Arianna Fontana con Martina Valcepina, Lucia Peretti e Cecilia Maffei. Per la Fontana questa è stata la settima medaglia olimpica della carriera.
L'ottava medaglia per lei arriva invece nei 1000 metri, distanza che le è sempre stata ostica. Terza medaglia quindi per Arianna alle Olimpiadi coreane, che completa il suo personale podio dopo l’oro nei 500 e l’argento della staffetta.
È diventata così in modo ufficiale la più grande atleta di short track di tutti i tempi. L’azzurra, infatti, è salita sul podio alle Olimpiadi per ben sette volte nella sua carriera: la più medagliata di sempre ai Giochi invernali, nessuna mai come lei.


I NOSTRI GIOCHI OLIMPICI

Non vogliamo fingere di essere massimi esperti o grandi appassionati di short track o di sport invernali in generale; ciascuno di noi però, chi più chi meno, ha seguito con entusiasmo questi Giochi Olimpici di Pyeongchang. Una parte del merito è stato certamente di Arianna, che è riuscita a trasmetterci la reale passione per ciò che fa e ci ha contagiati con un po’ del suo ardore agonistico.
Con piacere abbiamo seguito lei e gli altri azzurri impegnati in Corea, e con immensa gioia abbiamo esultato insieme per le loro medaglie. I nostri complimenti vanno a tutti loro, ma in modo particolare ad Arianna, che ha inseguito con costanza il suo obiettivo, ha lavorato ogni giorno per ottenerlo e lo ha conquistato con immensa forza, talento e coraggio.
Bravissima Arianna, goditi ogni attimo di questo trionfo super meritato!

Leggi tutto...

Le olimpiadi di Arianna Fontana

Pubblicato in VISION

LA CARRIERA

Arianna Fontana è un’atleta lombarda, originaria della Valtellina, nata nel 1990, è stata ed è tuttora l’atleta azzurra più giovane ad aver conquistato una medaglia nei giochi olimpici invernali.
A Torino, nel 2006, è arrivata terza con la staffetta di short track; si è messa al collo il bronzo all'età di 15 anni e 314 giorni: un record assoluto.
Arianna ha avuto quindi il suo exploit giovanissima, lasciando intravedere da subito il suo talento.
Gli italiani se ne sono però innamorati soltanto durante le notti olimpiche torinesi.  La staffetta femminile, giunta terza in quell’occasione anche grazie alla clamorosa squalifica della Cina, non solo ha reso Arianna la più giovane medagliata azzurra di sempre ma ha rappresentato anche la centesima medaglia azzurra ai Giochi invernali.


ARIANNA: CARATTERE DOLCE E DETERMINAZIONE AGONISTICA

Noi di Ottica 2M abbiamo avuto il grande piacere di ospitare nel nostro centro ottico Arianna a fine novembre. È venuta a farci visita in qualità di atleta e ambasciatore del marchio Rudy Project.
In quell’occasione abbiamo avuto modo di conoscerla in tutta la sua dolcezza: è una persona estremamente cortese e garbata, si è dimostrata paziente e disponibile con tutti i suoi fans ed è riuscita a conquistare tutti noi.
Nasconde dietro un’apparente carattere riservato e quasi distaccato, tutta la passione per il suo sport. Quando si tratta infatti di fare sul serio, Arianna, sfodera la determinazione agonistica tipica del fuoriclasse: si percepisce immediatamente nelle sue parole la volontà e la potenza che sono necessarie per emergere nella sua disciplina. Il suo è uno sport fatto di sacrifici, di duri allenamenti fisici ma non soltanto; per un atleta del suo calibro lo sport è davvero vita, è un legame intenso e indissolubile con il proprio essere.


LA SUA OLIMPIADE: PYEONGCHANG 2018

L'onore di essere portabandiera Arianna l'ha omaggiato alla grande, vincendo la sua prima medaglia d'oro olimpica e la prima alle Olimpiadi invernali azzurre, riuscendo così ad essere la prima europea capace di vincere un titolo a cinque cerchi.
Ha vinto al photofinish la finale dei 500 metri di short track, gara che più di tutte sente sua e che la rappresenta al meglio da sempre.
È stata protagonista di una volata mozzafiato in cui si è tenuta dietro la coreana padrona di casa Choi per 27 millesimi di secondo. Poi i giudici hanno squalificato la Choi assegnando il podio all'olandese Van Kerkhof e alla canadese Boutin.
Con la staffetta femminile è arrivato per lei anche il secondo podio in queste olimpiadi: argento per Arianna Fontana con Martina Valcepina, Lucia Peretti e Cecilia Maffei. Per la Fontana questa è stata la settima medaglia olimpica della carriera.
L'ottava medaglia per lei arriva invece nei 1000 metri, distanza che le è sempre stata ostica. Terza medaglia quindi per Arianna alle Olimpiadi coreane, che completa il suo personale podio dopo l’oro nei 500 e l’argento della staffetta.
È diventata così in modo ufficiale la più grande atleta di short track di tutti i tempi. L’azzurra, infatti, è salita sul podio alle Olimpiadi per ben sette volte nella sua carriera: la più medagliata di sempre ai Giochi invernali, nessuna mai come lei.


I NOSTRI GIOCHI OLIMPICI

Non vogliamo fingere di essere massimi esperti o grandi appassionati di short track o di sport invernali in generale; ciascuno di noi però, chi più chi meno, ha seguito con entusiasmo questi Giochi Olimpici di Pyeongchang. Una parte del merito è stato certamente di Arianna, che è riuscita a trasmetterci la reale passione per ciò che fa e ci ha contagiati con un po’ del suo ardore agonistico.
Con piacere abbiamo seguito lei e gli altri azzurri impegnati in Corea, e con immensa gioia abbiamo esultato insieme per le loro medaglie. I nostri complimenti vanno a tutti loro, ma in modo particolare ad Arianna, che ha inseguito con costanza il suo obiettivo, ha lavorato ogni giorno per ottenerlo e lo ha conquistato con immensa forza, talento e coraggio.
Bravissima Arianna, goditi ogni attimo di questo trionfo super meritato!

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Trova ciò che stai cercando!

Alessandro Michele alimentazione alterazioni retiniche Arianna Fontana atleta agonista atleta e ambasciatore del marchio Rudy Project auditorium Santo Stefano ausili visivi Balenciaga bambino Barberini bella stagione benessere visivo bottega veneta buona visione campo visivo Cashback World cause della maculopatia cecità legale Chiara Ferragni comfort visivo contrasto controllo del diabete Crocetta del Montello Céline degenerazione maculare degenerazione maculare senile dispositivo wireless donna educati all'uso dell'occhiale da sole esercizio fisico face fitting Farra di Soligo fumo fuoriclasse garanzia Giochi Olimpici di Pyeongchang Gucci gusto inclinazione personale ipovedente ipovedenti ipovisione ipovisione montebelluna ipovisione treviso ipovisione veneto la più medagliata di sempre la vista led lenti a contatto lenti a contatto colorate lenti a contatto di ultima generazione lenti a contatto morbide lenti a contatto rigide lenti da sole certificate e personalizzate lenti per cheratocono liquido disinfettante livello di glucosio maculopatia maculopatia essudativa made in Italy migliorare miglior prezzo miglior prezzo garantito misurazione della glicemia misurazione precisa e accurata del livello di zuccheri nel sangue montebelluna nuove collezioni occasione occhiale sportivo e tecnico occhiali occhiali da sole occhiali per bambini offerta di lavoro ortocheratologia Ottica 2M più sensibili alla luce Prenota subito la tua consulenza gratuita! Principessa Anna professionista esperto professionisti del benessere visivo protezione dei raggi UV prova costume raggi ultravioletti raggi UV ray ban ricerca personale riduce la lacrimazione Royal wedding rudy project Saint Laurent salute dei tuoi occhi sensori in grafene short track spiaggia sport sport invernali sportivi staffetta femminile stress visivo