Ti trovi qui:Occhio alla penna!»Design»Gli occhiali del Festival di Venezia 2019

See green: lo smaltimento delle lenti a contatto

See green See green Ottica 2M In evidenza

#FRIDAYSFORFUTURE

Oggi, venerdì 15 marzo, è una giornata a dir poco particolare: oggi è il “Fridays for future day”, il giorno in cui è stato organizzato un maxi-sciopero globale contro i cambiamenti climatici e ambientali.
Dalla Nuova Zelanda alla California, si protesta e si combatte contro un avversario comune: il surriscaldamento globale che sta interessando tutti i nostri ecosistemi.

L’iniziativa è stata lanciata nell’agosto 2018 dalla sedicenne Greta Thunberg, che per tre settimane ha protestato di fronte al parlamento svedese contro l’indifferenza e l’assenza di politiche e azioni sulla crisi climatica. L’iniziativa ha riscosso successo e popolarità sui social, diffondendosi e diventando un vero e proprio appuntamento fisso: ogni venerdì, dal settembre 2018, la giovane attivista si reca di fronte al parlamento con il suo cartello di protesta “Sciopero dalla scuola per il clima”.
Nel Dicembre del 2018, Greta è stata invitata a parlare al COP24, vertice delle Nazioni unite sul clima, dove con tutte le sue forze ha insistito per la stesura di un piano di azione collettivo condiviso. Da allora “Fridays for future” è cresciuto fino alla mobilitazione globale di oggi. Greta Thunberg è tra i candidati per il premio Nobel alla pace del 2019.

 

VI SIETE MAI CHIESTI COME VANNO SMALTITE LE LENTI A CONTATTO?

In una giornata come questa, non possiamo non interrogarci sul futuro del pianeta, e per contribuire con i nostri gesti alla salvaguardia dell’ecosistema, abbiamo pensato di affrontare oggi un tema magari banale ma importantissimo.
Fate anche voi parte della maggioranza degli italiani che credono che le lenti a contatto siano biodegradabili?

Il tema è attuale e molto discusso. In un’epoca in cui siamo tutti proiettati al riciclo e al consumo consapevole delle plastiche, non possiamo non fermarci a riflettere su come smaltire le lenti a contatto: un accessorio indispensabile per migliaia di italiani.
Nel blog di oggi, quindi, vediamo quali sono le più importanti regole di riciclo in tema lenti a contatto e come acquisire buone norme per la raccolta differenziata delle stesse.

Un recente studio americano ha evidenziato che il 19% degli americani ha l’abitudine di gettare le lenti a contatto negli scarichi del lavandino o del water; il risultato è che ogni anno più di tre miliardi di lenti vanno a finire in acqua, disperdendosi così in natura.
Anche Assottica ha deciso di scendere in campo con un’iniziativa informativa: la salute dei nostri occhi passa imprescindibilmente da un riciclo corretto e dal rispetto per l’ambiente.

È importante quindi porre attenzione al riciclo dei rifiuti, seguendo alcune semplici regole per lo smaltimento non soltanto delle lenti a contatto, ma di tutto ciò che concerne la confezione e gli elementi accessori che quotidianamente ci capita di utilizzare.

 

REGOLE SULLO SMALTIMENTO DELLE LENTI A CONTATTO

-LA CONFEZIONE ESTERNA: questa è nella maggior parte dei casi di cartoncino, quindi si tratta di un rifiuto interamente riciclabile e va gettata nel contenitore della CARTA.

-LE LENTI A CONTATTO: sono un assemblaggio di diversi materiali, alcuni dei quali non sono riciclabili, non essendo biodegradabili non possono quindi essere MAI gettate negli scarichi domestici di toilette o lavandini. Devono sempre essere raccolte nel SECCO/RIFIUTO INDIFFERENZIATO.

-IL BLISTER: è solitamente composto da una parte inferiore in plastica che va gettata nella raccolta della PLASTICA, e da una parte superiore che generalmente è una linguetta di alluminio, che, nella nostra zona, va gettata nella raccolta del VETRO.

-IL LIQUIDO DI MANTENIMENTO: il liquido che si trova all’interno del blister, dove vengono conservate le lenti a contatto, può essere versato nel lavandino o nello scarico del water.

-IL PORTALENTI: ricordandovi che sarebbe buona norma cambiarlo con cadenza mensile, per prevenire l’insorgenza della contaminazione batterica, solitamente il portalenti è in polipropilene e va gettato quindi nel cassonetto della PLASTICA.