Via Feltrina Nuova 3, 31044 Montebelluna (TV)

+39 0423 639742

info@ottica-2m.it

OCCHI STANCHI E GONFI: RIMEDI

OCCHI STANCHI E GONFI: RIMEDI

La priorità del nostro centro Ottico è proprio quello di fornire soluzioni visive sempre all’avanguardia e su misura per coloro che soffrono di occhi stanchi e occhi gonfi. Scopri ora i rimedi a questo problema.

OCCHI STANCHI

OCCHI GONFI RIMEDI: CAMBIA ABITUDINI

Per ridurre il problema degli occhi gonfi e stanchi, sarà sufficiente mettere in atto qualche accorgimento:

  • ridurre il consumo di sale, magari sostituendolo con delle spezie più salutari
  • ridurre lo stress e cercare di avere dei ritmi di vita più tranquilli
  • evitare gli alcolici
  • dormire supini con la testa verso l’alto per favorire il drenaggio dei liquidi
  • struccare sempre gli occhi prima di coricarsi
  • usare dei trucchi anallergici senza abusarne

Come avete letto non è poi così difficile cambiare qualche brutta abitudine per assicurarsi un viso e degli occhi in salute.

IL TRUCCO GIUSTO PER OCCHI GONFI E STANCHI

Il problema del contorno occhi appesantito e gonfio è assai comune e può limitare la nostra creatività in ambito make up.
Un trucco troppo pesante o inadeguato non farebbe altro che peggiorare la situazione, sia a livello estetico sia per quanto riguarda il gonfiore.
Occorre dunque fare molta attenzione e controllare innanzitutto i componenti dei nostri cosmetici, prediligendo quelli anallergici e naturali.


Con i giusti trucchi sarà possibile realizzare effetti ottici volti ad attenuare il gonfiore del contorno occhi.
Imparare la tecnica non è difficile!
La sporgenza della palpebra superiore e inferiore può essere mitigata con un’ombreggiatura realizzata sulla palpebra mobile, nei toni del grigio o del marrone.


Per quanto riguarda le occhiaie invece, bisogna evitare di utilizzare troppo fondotinta, appesantendo ulteriormente l’occhio, meglio optare per un correttore adeguato alla nostra carnagione.
Ultimo step applicare l’eyeliner per sollevare la palpebra.


Attenzione però a non colorare la rima interna della palpebra (occorre infatti limitarsi alla rima esterna) per non irritare ulteriormente l’occhio e occludere i condotti lacrimali.

GLI ALIMENTI CONTRO OCCHI STANCHI E OCCHIAIE 

Oltre al mancato riposo, come abbiamo detto, anche la disidratazione e la ritenzione idrica sono nemici degli occhi, proprio per questo l’alimentazione ci può venire in aiuto.


Per preservare il contorno occhi bisogna anche nutrirli dall’interno, infatti secondo studi scientifici, la salute della pelle dipende soprattutto dall’alimentazione.
Ecco i cibi perfetti per ringiovanire lo sguardo e contrastare le occhiaie:

  • kiwi: è ricco di potassio, utile per drenare i liquidi;
  • ciliegie: ricche di sali minerali, hanno un potere defaticante;
  • carciofo: ricco di fibre, aiuta a depurare l’organismo;
  • limone: è un antinfiammatorio naturale;
  • agrumi: ricchi di vitamina C che protegge i vasi sanguigni;
  • frutti rossi: ricchi di antiossidanti e vitamine;
  • kale o cavolo nero: ottimo per la circolazione e defaticante.

Chiedi consiglio al nutrizionista di zona:

OCCHI STANCHI E GONFI: RIMEDI NATURALI 

Una volta individuata la causa degli occhi gonfi si può procedere con i trattamenti.
Cure, che non devono essere per forza dispendiose o costituite da composti chimici, perché la natura ci viene quasi sempre in aiuto.
Ecco quali sono i rimedi più gettonati ed efficaci:

  • impacchi con acqua fredda e sale, per attenuare il gonfiore
  • ghiaccio, per ristabilire la circolazione
  • impasto con acqua e polvere di caffè, per eliminare la ritenzione idrica
  • impacco con thè verde o camomilla, dalle proprietà lenitive
  • fette di cetriolo o patata, meglio se freschi da frigo, per attenuare le occhiaie
  • aloe vera, per rinvigorire la pelle grazie al contenuto di collagene.

Come vedi puoi trovare la soluzione a te più congeniale anche in base a quello che hai già in casa.
Se però ti capita spesso di soffrire di occhi stanchi e secchezza oculare a lavoro, ti consigliamo di portare con te un collirio.
Una prolungata attività al pc infatti può far diminuire la lacrimazione, causando la disidratazione oculare.